Calvizie

La calvizie maschile, conosciuta anche come alopecia androgenetica, è una patologia che colpisce circa il 95% degli uomini. La calvizie è una caduta diffusa dei capelli che si rende particolarmente evidente in alcune zone, più o meno estese, del cuoio capelluto. Si tratta di un fenomeno che riguarda soprattutto gli uomini; anche le donne possono perdere i capelli, ma in età più avanzata e in misura minore, e in ogni caso la calvizie femminile totale è rarissima. Nell’uomo, l’entità della secrezione del testosterone (ormone sessuale maschile) condiziona la crescita dei capelli ma anche la caduta degli stessi. Propecia, farmaco della casa farmaceutica Merck, è la soluzione proposta da Meds4all.it per contrastare la calvizie maschile.

L' alopecia androgenetica, ovvero la calvizie, è legata all'attività della 5alfa-reduttasi di tipo II, che trasforma il testosterone in diidrotestosterone. È dunque questa trasformazione che incide sui follicoli capillari e determina la caduta dei capelli, provocando di conseguenza la calvizie. Moltissimi uomini sviluppano nel corso della loro vita un diradamento a distribuzione androgenetica variabile a seconda dei casi, ma la probabilità di sviluppare una vera e propria calvizie è legata al numero dei parenti di primo o secondo grado che risultano affetti da questa condizione.

L’età in cui incomincia a manifestarsi la calvizie e la sua maggiore o minore intensità sono caratteristiche largamente ereditarie, sia per via paterna che materna: il figlio o nipote di un uomo che a 50 anni è affetto da calvizie, ha molte probabilità di divenire calvo all’incirca alla stessa età. La calvizie può pero cominciare a svilupparsi anche prima dei 20 anni, e diversi fattori possono concorrere al manifestarsi della calvizie, cambiamenti ormonali, stress, età, malattie, anche se il principale fattore incidente sulla perdita di capelli rimane quello genetico.

Propecia Generico
1 mg 90 pillole
Prezzo €1.66

Calvizie: quali sono le cause?

Nell'uomo la calvizie è riconducibile a più fattori:

  • predisposizione genetica
  • età
  • stress
  • carenze alimentari
  • malattie
  • cambiamenti ormonali (conversione del testosterone in diidrotestosterone)

La predisposizione genetica e i cambiamenti ormonali sono tra le cause più frequenti di calvizie. L'ormone responsabile dell’assottigliamento dei follicoli piliferi è un derivato del testosterone, il diidrotestosterone: il testosterone viene convertito nel diidrotestosterone ad opera di un enzima presente nei follicoli piliferi, chiamato 5-alfa- reduttasi di tipo II. Il diidrotestosterone va ad agire sui follicoli e, quindi, sul capello, riducendolo nelle dimensioni fino a renderlo quasi invisibile ad occhio nudo. Questo è in pratica il processo che provoca la calvizie maschile.

Nei soggetti con calvizie in fase avanzata, infatti, i capelli non spariscono del tutto: le aree apparentemente glabre sono ricoperte da una sottile peluria che rappresentava, in precedenza, la capigliatura di questi soggetti. Quando le cause della calvizie riguardano solo stress, carenze alimentari o malattie è possibile una reversibilità della malattia anche totale con accorgimenti lievi o meno lievi a seconda del caso, mentre se incidono fattori genetici o ormonali la calvizie deve essere curata con farmaci specifici come gli inibitori dell’enzima 5-alfa-reduttasi come Propecia.

Calvizie, quali sono i sintomi

Alcuni sintomi possono “preannunciare” l’insorgere della calvizie, ad esempio

  • Eccessiva presenza di forfora
  • Cuoio capelluto troppo grasso
  • Reazioni allergiche a prodotti non particolarmente aggressivi
  • Caduta di capelli fuori dalla norma
  • Assottigliamento del capello

Per ridurre il rischio di calvizie, è necessario fare attenzione a questi sintomi in modo da avviare un’azione preventiva. La calvizie (alopecia androgenetica) è un processo che si instaura lentamente; anche per questo motivo è possibile eseguire un iter di procedure capaci di valutare la presenza e il grado di tale patologia. Esistono esami come il Tricogramma e il Fototricogramma che offrono una corretta diagnosi sulla calvizie. È tuttavia fondamentale il consulto di uno specialista se si ritiene di soffrire o si è certi di soffrire di calvizie. Non di rado infatti, pazienti che presentano patologie di altra natura ma che possono interessare anche o esclusivamente il cuoio capelluto (Lupus eritematoso, Lichen Plano-pilare, etc.), arrivano tardivamente ad un consulto con il medico, quando cioè la calvizie è oramai ad uno stadio avanzato.

Le cure per la calvizie

Oggigiorno esistono farmaci topici e sistemici per curare la calvizie, ma prima di avviare un trattamento farmacologico è necessario valutare lo stato di salute generale del paziente. È importante sottolineare che queste terapie per la cura della alopecia androgenetica devono essere sempre prescritte e seguite da un medico qualificato. I risultati il più delle volte sono ottimali come dimostrato da studi clinici: il 75% dei soggetti che seguono la terapia farmacologia e che effettuano correttamente i controlli presentano dei significativi miglioramenti, sia in termini di arresto della calvizie, sia in termini di ricrescita del follicolo pilifero. Propecia è il trattamento che Meds4all.it propone ai suoi pazienti di sesso maschile, in quanto va ricordato che le donne non possono usare Propecia nel trattamento della calvizie.

Sondaggi confermano che la calvizie affligge attualmente una persona su tre. Sia per gli uomini che per le donne, l’ alopecia è diventato un disturbo influente su molti aspetti della vita quotidiana. La calvizie può indurre un uomo a dover ridimensionare a volte le prospettive di carriera, il proprio stile di vita, le relazioni interpersonali, può provocare la perdita di stima in se stessi e molto altro ancora. In commercio sono disponibili diversi farmaci per la cura della calvizie sistemica, tali farmaci riescono ad invertire il processo di ringiovanimento dei follicoli permettendo la stimolazione e la ricrescita dei capelli. Si tratta di una classe di farmaci appartenente al gruppo degli inibitori orali dell'ormone androgeno. Questi farmaci, di cui Propecia è il più conosciuto e utilizzato a livello mondiale, possono fermare il processo della calvizie, e in alcuni casi perfino invertirne il processo. Con Propecia finalmente gli uomini potranno avere la meglio sull'inestetismo della calvizie.